"Sconosciuto e' qualcuno
che aspetta di diventare Amico"

 
Dio Vi Benedica!



in
  
Questa e' una Comunita' Cattolica di ACCOGLIENZA
nello spirito del R.n.S.

APERTA A TUTTI


NB: Tutto il materiale usato per la costruzione di questo sito e' stato preso in giro qua e la' sul web, qualora qualcuno si accorgesse che sono state involontariamente violate in qualche occasione norme sul copyright, basterà mandare una mail all'Amministratore
segnalando il materiale che non doveva essere usato, il quale sara' immediatamente rimosso.
 
Previous page | 1 | Next page

DAVANTI AL CORPO DI SAN PIO

Last Update: 7/21/2013 1:29 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 9,955
Location: MILANO
Age: 67
Gender: Male
7/21/2013 1:27 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

OFFLINE
Post: 9,955
Location: MILANO
Age: 67
Gender: Male
7/21/2013 1:29 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Estratto: Scrive Padre Pio al suo direttore: " [...] Sentite poi una cosa assai più strana. Pure quando sono con Gesù mi avviene di dimandare a Gesù cose, delle quali non ebbi mai in mente; di presentargli pure cioè delle persone che non solo non ho avuto mai in mente, ma quello che più mi arreca meraviglia, che di tali persone non ebbi mai conosciuto e mai ne ho sentito parlare. E qui va osservato che quando ciò mi avviene, non mi consta mai che Gesù non mi abbia accordato, in favore di dette persone, quello che per esse dimando. [...]"

Estratto: Scrive Padre Pio: " [...] Non vi sgomenti la croce. La più certa prova dell'amore consiste nel patire per l'amato, e che se un Dio per tanto amore tanto dolore soffrì, il dolore che si soffre per lui diviene amabile quanto l'amore. Nelle afflizioni che il Signore vi regala siate paziente ed uniformatevi
al divin Cuore con gioia, sapendo esser tutto uno scherzo continuo dell'Amante. Le tribolazioni, le croci sono state sempre la eredità e la porzione delle anime elette. Quanto più Gesù vuole un'anima sollevarla alla perfezione, tanto più le accresce la croce della tribolazione. Gioite, vi dico, nel vedervi cotanto privilegiata contro ogni vostro stesso demerito. Quanto più siete tribolata, tanto più dovete esultare perché l'anima nel fuoco delle tribolazioni diverrà oro fino, degno di esser posto a splendere nella reggia del cielo. [...]"

Estratto: Scrive Padre Pio: " [...] Si può mortificare la carne non già interamente, giacché vi è sempre qualche ribellione; la nostra attenzione sarà sovente interrotta dalle distrazioni. Ma per tutto questo converrà forse inquietarsi, turbarsi, sollecitarsi ed affliggersi? Giammai. Bisogna forse formare una quantità di desideri per giungere a tale perfezione? No; si possono avere dei desideri, che testifichino la nostra gratitudine e riconoscenza. Posso ben sì dire: " Oh! perché non ho io il fervore dei serafini per ama re e lodare maggiormente Dio?" Intanto non devo fermarmi a formare dei progetti, come se in questo moda io potessi giungere ad una eccellente perfezione, dicendo: "Io desidero, procurerò riuscirvi, e se non posso giungervi, mi disturberò".9. Da quanto si è detto non si deve conchiudere però che devi incamminarti da questa parte, tolga il cielo!, ma non conviene arrivarvi in un giorno di questa vita mortale, poiché sì fatto desiderio ti turberebbe inutilmente. Vogliamo camminare bene? Ebbene applichiamoci a battere la strada che è più vicina a noi. Imprimiti bene nella mente ciò che sto per dire: noi desideriamo alcune volte di essere buoni angeli, e trascuriamo di essere buoni uomini... [...]"

Estratto: Scrive Padre Pio: " [...] E' molto facile condurre una barca, quando non è incalzata dai venti, e trascorrere una vita esente da qualunque accidente; ma in mezzo agli impacci delle prove, come tra i venti, è ben difficile continuare il cammino. Ecco la necessità di sempre vegliare e di sempre avere cura di se stessi, delle proprie azioni, delle intenzioni e di dimostrare che il cuore è buono e giusto, dolce, umile e generoso. A tal fine mettete spesso il vostro cuore nello stato di una assoluta confidenza
in colui, che vi ha chiamato nel seno della sua dilezione. Pregate molto e siate assidui alla meditazione ed alle buone letture. Allontanate da voi quei vizi e quel naturale che a ciascuno in particolare ho manifestato. [...]"

http://www.santissimo.it/arc/Padre.Pio.epistolario.html
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:15 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com