Anam_cara
printprintFacebook
"Sconosciuto e' qualcuno
che aspetta di diventare Amico"

 
Dio Vi Benedica!



in
  
Questa e' una Comunita' Cattolica di ACCOGLIENZA
nello spirito del R.n.S.

APERTA A TUTTI


NB: Tutto il materiale usato per la costruzione di questo sito e' stato preso in giro qua e la' sul web, qualora qualcuno si accorgesse che sono state involontariamente violate in qualche occasione norme sul copyright, basterà mandare una mail all'Amministratore
segnalando il materiale che non doveva essere usato, il quale sara' immediatamente rimosso.
 
Previous page | 1 | Next page
Facebook  

9 anni fa moriva Wojtyla: il ricordo di Bergoglio e del cardinale Sandri

Last Update: 4/2/2014 11:15 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 9,955
Location: MILANO
Age: 65
Gender: Male
4/2/2014 11:15 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Mostra Evento 1:6 MODELLISMO IN GRANDE MEZZI GRANDI modellismo d...15 pt.10/22/2019 9:46 PM by elefant169
Secondo stint su WoW e taciti accordiAnkie & Friends - L&#...10 pt.10/23/2019 9:10 AM by anklelock89
Il Lago dei CigniEFP6 pt.10/23/2019 8:52 AM by fiore di girasole
OFFLINE
Post: 9,955
Location: MILANO
Age: 65
Gender: Male
4/2/2014 11:15 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Il 2 aprile di nove anni fa, il beato Giovanni Paolo IItornava alla Casa del Padre, dopo una lunga malattia affrontata con coraggio e generosità. L'anniversario "dirige il nostro pensiero verso il giorno della sua canonizzazione, che celebreremo alla fine del mese", precisamente il 27 aprile. Con queste parole, durante il saluto ai fedeli polacchi nel corso dell'udienza generale, papa Francesco ha ricordato Karol Wojtyla. "L'attesa di questo evento - ha affermato - sia per noi l'occasione per prepararsi spiritualmente e per ravvivare il patrimonio della fede da lui lasciato".

Secondo Bergoglio, il Papa polacco "imitando Cristo è stato per il mondo predicatore instancabile della parola di Dio, della verità e del bene. Egli fece del bene persino con la sua sofferenza". "Questo è stato il magistero della sua vita a cui il popolo di Dio ha risposto con grande amore e stima - ha aggiunto -. La sua intercessione rafforzi in noi la fede, la speranza e l'amore. Durante questa preparazione vi accompagni la mia benedizione apostolica".

Ad annunciare in Piazza San Pietro la morte di Karol Wojtyla fu il sostituto alla Segreteria di Stato,Leonardo Sandri, oggi cardinale prefetto del dicastero per le Chiese Orientali. "L'emozione è stata grande - ricorda Sandri alla Radio Vaticana -, e adesso, alla luce di questa prossima Canonizzazione, avere annunciato proprio questo passaggio dalla terra alla Casa del Padre di un Santo, è per me ancora una doppia emozione: mi sento come
indegno e lontano dal poter essere stato strumento, in quel momento, di uno che era stato proprio un evangelizzatore, un uomo di pace, un uomo di grande vita interiore come base di tutta la sua attività; di una persona che ha vissuto con grande austerità, con grande povertà tutto il suo ministero".

Sandri dice di avere "tanti, tanti ricordi" dei suoi incontri con il Papa polacco. "Soprattutto - spiega - vedere Dio come ha dotato Karol Wojtyla di una ricchissima umanità. Tutta questa santità che noi poi abbiamo visto durante la sua vita sacerdotale, episcopale e pontificale era poggiata in una persona umana che aveva avuto tante sofferenze: la persecuzione, la morte della mamma quando era piccolo, l'ostruzionismo da parte del regime, il fatto di dover vivere in un ambiente ostile". "Tutto questo - prosegue - era vissuto da una persona straordinaria per simpatia, per presenza fisica, culturalmente
molto profondo e ricco per gli studi che aveva fatto, anche della filosofia e in particolare della fenomenologia... E poi, per la grande, grande conoscenza che aveva delle persone, la capacità di mettersi in contatto con loro, la conoscenza delle lingue, la conoscenza del mondo che lui aveva vissuto anche quando era stato vescovo in Polonia".

Secondo il card. Sandri, "quindi, questa umanità è stata elevata da Dio, attraverso una vita di duri confronti, attraverso una vita di sofferenze, di sacrificio, una vita anche
di austerità perché ecco, una cosa che io ho potuto ammirare anche nell'ultimo giorno della sua vita, quando stava lì, nel letto di morte, era lo spoglio totale della persona, anche dal punto di vista materiale: non c'era nessun lusso che lo circondasse".


http://www.avvenire.it/Chiesa/Pagine/nove-anni-fa-morto-papa-wojtyla-giovanni-paolo-II.aspx
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:11 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com